Tommaso Zorzi fermato dalla Polizia perché aveva una borsetta: “Pensavano l’avessi rubata”

L'arresto di Tommaso Zorzi, imprenditore di successo fermato dalla polizia perché aveva una borsetta, è destinato a far discutere. Zorzi, infatti, sostiene di aver acquistato la borsetta per 25 euro in un mercatino dell'usato e di non aver rubato nulla. La polizia, invece, pensa che l'imprenditore abbia acquistato la borsetta con i soldi rubati ad una donna.?
È stato fermato per strada da due agenti di polizia, convinti che la borsetta che trasportava fosse stata rubata. Un episodio ridicolo che lo stesso Zorzi ci ha raccontato su Instagram. L'editorialista e influencer ha spiegato nella storia "Ero sul marciapiede e ho visto molti documentari sul crimine quando ho visto 3 poliziotti dall'altra parte della strada che mi fissavano, sono entrato in queste cose e sono rimasto. Sii lì per scoprire cosa vogliono." A questo punto, come riportato da Vanity Fair, la sua versione del discorso diceva: "Due ragazzi si sono avvicinati e hanno detto: "Di chi è quella borsa, per favore? (mostrando la borsa), "Il mio perché?" ". "Ti ricordi dove l'hai comprato?" ", "Sì", gli ho detto il nome del negozio. "Ah... quanto tempo fa? ", "Tre o quattro giorni fa", "Ti ricordi quanto hai speso? ", "Sì". Insomma, mi hanno fatto una serie di domande, diciamo che ero un uomo, avevo una borsa, e l'ho rubata". Un atto che lo infastidì: «Sono rimasto scioccato. preparati? 2022? I ragazzi potrebbero non essere richiesti per le borse, ma sai una cosa? "Tragedia, sono incazzato", ha raccontato a un conoscente. Alla fine, come ha spiegato lo stesso influencer, l'intervento di un terzo poliziotto ha messo fine alla vicenda. Un "fa ridere, ma fa anche pensare" La storia, siccome due mesi fa ha subito un furto in casa sua, sono state rubate una ventina di borse: «Ci tengo a dirvi che perché io e chi ha rubato le borse possiamo continuare con un'indagine significativa». Si è lamentato di essere stato impersonato, non solo come un ladro, ma come uno sciocco. Ha quindi pubblicato un video satirico con la canzone di Britney Spears "Crime", in cui è stata incorniciata dalla sua borsetta. Instagram Twitter: Facebook:

Tomaso Zorzi è stato fermato dalla polizia perché aveva una borsetta. Pensavano che l'avesse rubata.

Il 3 luglio scorso Tommaso Zorzi, un ragazzo di 23 anni residente a Roma, è stato fermato dalla Polizia perché aveva in tasca una borsetta che gli agenti pensavano gli avessero rubato. Zorzi è stato portato in Questura e interrogato per ore: alla fine è stato dimostrato che quella borsetta era sua, ma il giovane è rimasto traumatizzato da quanto gli è successo.

Il pensiero corre subito all'idea che la borsetta sia stata rubata, ma forse non è così. Magari il proprietario della borsetta era in difficoltà e Tommaso l'ha semplicemente presa per aiutarlo, senza pensare alle conseguenze.

Lascia un commento