La storia di Walter, un cucciolo di volpe separato dalla sua mamma per colpa delle credenze popolari

Walter il piccolo cucciolo di volpe che, per colpa delle credenze popolari, è stato separato dalla sua mamma. La vicenda, che sta facendo il giro del web, ha destato l'emozione di migliaia di persone e ha fatto riflettere sull'importanza della tutela degli animali.?
La storia della piccola volpe, Walter, viene dal Perù, ma ha suscitato indignazione e indignazione in tutto il mondo. Per fortuna ci sono persone dal cuore grande che possono cambiare le carte a tavola e le sorti dei poveri amici animali. La piccola volpe andina di tre mesi è stata strappata all'amore di sua madre da una presenza malvagia. Così piccolo è diventato una vittima della mano crudele dell'umanità. Chi lo trova può star certo che viene utilizzato in un rituale esoterico. Purtroppo, la pratica è molto comune nella regione. Si ritiene che una coda di volpe porti fortuna alla persona che la possiede. Proprio per questo qualcuno ha tagliato la coda al povero Walter. Questo esemplare è stato ritrovato presso l'Alto Selva Alegre. Dopo un'analisi molto approfondita, si sono resi conto che la sua coda era stata recisa. Era un cucciolo di volpe che hanno strappato a sua madre e sono scappati. Sono le parole di Luis Felipe Gonzales Dueñas, direttore del National Forest and Wildlife Service (Serfor). Sfortunatamente, Walter dovrà crescere e rimanere in cattività, ha spiegato l'uomo. Riportarlo nel suo habitat naturale potrebbe essere per lui una condanna a morte. Sfortunatamente, è stato strappato dall'amore di sua madre troppo presto, non sapendo come nutrirsi, come cacciare e, soprattutto, come proteggersi dai predatori. Questa non è la prima volta che unaandina viene trovata in queste condizioni. A causa di credenze popolari tramandate nel tempo, le persone tagliano parti del corpo dell'animale, in particolare la coda, perché credevano che avrebbe portato loro fortuna nella vita. Poi lasciano vivere la volpe nella miseria assoluta, condannandola a morte. Il piccolo Walter oggi sta bene, ma non potrà vivere la vita che merita a causa degli umani.

Walter è un cucciolo di volpe che è stato separato dalla sua mamma a causa delle credenze popolari. La gente crede che i cuccioli di volpe non dovrebbero stare con la loro mamma, perché potrebbero imparare a rubare. Walter è stato quindi affidato a una famiglia che lo ha tenuto con sé, ma ora è molto triste perché non può più vedere la sua mamma.

Il cucciolo di volpe Walter è stato separato dalla sua mamma per colpa delle credenze popolari. Infatti, la gente crede erroneamente che le volpi allattino i loro cuccioli solo per un periodo di tempo limitato e quindi Walter è stato portato in un canile, dove è rimasto per quasi tre mesi. grazie all'intervento della Ong "Animal Protection", il cucciolo è tornato a casa, accanto alla sua mamma.

Penso che questo articolo sia interessante. Parla della storia di Walter, un cucciolo di volpe separato dalla sua mamma per colpa delle credenze popolari. Questo è molto triste, poiché la madre è l'unica capace di insegnare al cucciolo tutto quello che deve sapere per sopravvivere.

Lascia un commento