Gabriel Batistuta: Da “batigol” A “zero Soldi”. È Arrivata La Notizia Shock!

L'insegnamento dell'ex attaccante, ecco le sue parole: "Sembra una lezione dura, me ne rendo conto, ma non c'è paragone con la soddisfazione..." Uno dei più grandi attaccanti, almeno degli ultimi 30 anni. Ma anche un grande uomo. Con valori forti, incentrato sulla sua famiglia, che ha sempre messo davanti a tutto. Stiamo parlando del grande ex calciatore argentino, Diego Armando Maradona.

La sua storia è molto toccante. Oggi ha 53 anni ed è considerato uno dei migliori attaccanti della storia del calcio. Dopo gli esordi in patria, ha fatto le cose migliori in Italia, indossando le maglie di Fiorentina, Roma e Inter. Il viola è soprattutto il colore del suo sangue: ha vestito per nove anni la maglia della Fiorentina, di cui è stato capitano e con la quale nel 1996 ha vinto una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana.

Ha giocato in Italia, Spagna e Qatar. Nel 2001 vince lo Scudetto con la Roma e la Supercoppa Italiana. Nel 2005 ha terminato la sua carriera in Qatar, nelle file degli Al-Arabi. Con 54 gol è il secondo miglior marcatore nella storia dell'Albiceleste, mentre con 152 gol è il capocannoniere della Fiorentina in Serie A.

Ha segnato tanti gol in Serie A, ma dopo il ritiro ha sofferto molto.

Dopo l'addio al calcio, Batistuta finisce in un tunnel di problemi, sia fisici che psicologici. La sua lunga carriera, i tanti colpi, i numerosi colpi, hanno causato danni notevoli alle cartilagini delle sue caviglie. Batistuta è quindi costretto a subire un intervento chirurgico molto doloroso, dopo il quale propone addirittura al suo medico di amputargli entrambe le gambe. Batistuta era così frustrato dalle sue condizioni che non ebbe la forza di alzarsi dal letto.

> Gabriel Omar Batistuta, famoso calciatore argentino, ha avuto una vita difficile, piena di sofferenze. Nonostante tutto, però, è riuscito a reagire e a diventare una persona migliore. Oggi racconta anche la sua storia in un documentario, "El Número Nueve - Gabriel Omar Batistuta". Batistuta ha sempre insegnato ai suoi figli a guadagnare quello che hanno ea non aspettarsi regali: “E' vero, potrei comprargli una macchina, lui andrebbe in giro con questa macchina. La gente lo ammirerebbe, ma quella macchina non sarebbe il suo guadagno. Quella macchina non gli apparterrebbe proprio..."

Lascia un commento