Cosa C'è Di Vero Nella Teoria Secondo Cui Si Può Reinfettarsi Con Il Virus Dell'influenza?

Le autorità scientifiche hanno fornito dati molto interessanti sui secondi contagi da Covid-19. Proviamo a leggere insieme questi dati, in modo da fare luce su una questione che sta generando grande confusione in questi mesi. Con sterili polemiche, che confondono il cittadino. E non fidarsi più di niente. Le autorità scientifiche hanno fornito dati molto interessanti sui secondi contagi da Covid-19. Proviamo a leggere insieme questi dati, in modo da fare luce su una questione che sta generando grande confusione in questi mesi. Con sterili polemiche, che confondono il cittadino. E non fidarsi più di niente. Le autorità scientifiche hanno fornito dati molto interessanti sui secondi contagi da Covid-19. Proviamo a leggere insieme questi dati, in modo da chiarire un tema che si sta generando

Il testo dice che se uscirne migliori era solo un'utopia, allora la pandemia ci sta dimostrando che non ne siamo usciti. Inoltre, ci sono ancora polemiche per il tornaconto politico. Preferiamo parlare di dati alla mano.

In Italia, dall'inizio dell'epidemia fino al 10 aprile 2019, sono stati segnalati 9 casi di reinfezione da SARS-CoV-2. Di questi, 5 erano legati a contatti stretti con un caso confermato, 2 a contatti con casi sospetti e 2 a contatti con casi non notificati. In totale, in Italia, sono stati finora segnalati 9 casi di reinfezione da SARS-CoV-2, di cui 5 riconducibili a contatti stretti con un caso confermato, 2 a contatti con casi sospetti e 2 a contatti con casi non notificati.

In primis è diminuita rispetto alla settimana precedente la percentuale di italiani contagiati dalla variante Delta. Aumenta, invece, la percentuale di italiani che sono stati contagiati dalla variante Omicron. Ciò significa che la variante Omicron è più contagiosa della variante Delta. Inoltre, la percentuale di italiani contagiati dalla variante Delta è diminuita rispetto all'anno precedente. Aumenta, invece, la percentuale di italiani che sono stati contagiati dalla variante Omicron. Ciò significa che la variante Omicron è più contagiosa della variante Delta. “Secondo i dati forniti, la variante Omicron è più contagiosa della variante Delta. La percentuale di italiani contagiati dalla variante Delta è diminuita rispetto alla settimana precedente, mentre è aumentata quella della variante Omicron. Anche la percentuale di italiani che lo sono

Capace anche di "perforare" il vaccino in alcuni casi. Fortunatamente, tuttavia, comporta sintomi e conseguenze molto meno gravi. Nel 35% dei casi registrati fino a dicembre si tratta di persone asintomatiche al momento di entrambe le diagnosi, un altro 20% presentava sintomi molto lievi (paucisintomatici) alla prima infezione e nulli (asintomatici) alla seconda. Omicron è associato ad un rischio di reinfezione 5,4 volte maggiore di Delta, quindi in totale, fino al 2 gennaio 2022, in Italia sono stati registrati 36.082 casi di reinfezione, pari al 2% del totale dei casi segnalati. Fino al 28 dicembre erano stati 15.195, pari all'1,4%.

> Delle 15.000 reinfezioni registrate fino a dicembre, il 36% ha riguardato persone di età compresa tra i 20 ei 40 anni. La maggior parte dei casi, residente al Nord. La possibilità di essere reinfettati aumenta nel tempo dalla prima diagnosi. Ovviamente, il rischio maggiore è per i non vaccinati.

Lascia un commento