Mario Balotelli pronto a ritornare in Nazionale? "Se Mancini mi convoca..."

L'attaccante Adana Demirspor ha parlato al canale Ocw Sports Twitch del suo possibile ritorno in nazionale: "Se avessi saputo oggi di essere stato convocato per i playoff di marzo, avrei lasciato la Turchia a piedi. Sono sempre stato pronto a vai in Nazionale. , dopo gli ultimi due anni e mezzo sto bene.

Per me sarà un sogno vestire come al solito la maglia azzurra", ha dichiarato Mario Balotelli. "Mancini non mi ha chiamato perché conosceva il mio potenziale e io non ero a quei livelli. Ora non sarò al meglio fino a marzo".

Nell'intervista l'ex di Rafaela Fico si è soffermato anche sulla sua relazione con il boss dei Blues Roberto Mancini, che ha tenuto aperte le porte al suo possibile ritorno in Nazionale. "Il mio rapporto con Mancini è sempre stato buono. Mi ha detto con calma cosa voleva da me per poter tornare in Nazionale.

Lo farò. L'ho sentito ultimamente? Sì. Cosa ci arrivo qui, l'ho detto più volte.

Non devo promettermi niente. Lui sa che sto bene, perché non mi ha chiamato?" Insomma, l'attaccante ha chiesto chiarimenti, come se stesse parlando. "Ciro era un bomber, in nazionale era un attaccante molto utile alla squadra.

Ha fatto tanto lavoro sporco e fatto gol. Per le mie caratteristiche posso giocare con tutti. Così fa anche Ciro.

Posso giocare bene con tutti". Due anni e mezzo fa l'attaccante palermitano, ghanese, aveva ammesso che stava per andare in Cina, ma "ho parlato anche con Mancini e lui mi ha detto di evitare quella opzione". Tornato in Italia, ha scelto la Turchia.

"Ma prima di tutto ho rifiutato un'offerta dall'Italia", ha detto a proposito della sua avventura all'Adana de Mille Sport, dove ha segnato cinque gol in campionato ed è stato allenato dal tecnico del Napoli Vincenzo Montella. È fiducia reciproca", ha spiegato. Tuttavia, la media dei gol di Balotelli è inferiore rispetto al passato: "Ho segnato più gol prima di adesso? Bello, poi sono andato a Marsiglia e anche lì è andata bene.

Conosce bene i miei problemi a Brescia, ammesso che ci sia un presidente molto speciale. Ho terminato metà stagione e l'altra metà non l'ho mai giocata - ha concluso Balotelli - e poi sono andato al Monza in Serie B l'anno successivo, ma ad inizio stagione non è andata bene. Oggi non credo che rifarò quella scelta.

Gli ultimi due anni e mezzo sono stati molto difficili ed è normale che l'obiettivo medio scenda".

Lascia un commento