Rubato l'impermeabile del Commissario Ricciardi: il mistero sulla sparizione

Fino a pochi giorni fa una replica del famoso impermeabile indossato dal commissario Ricciardi era appesa ad un attaccapanni di legno in un angolo del Caffè Gambrinus ad uso suo: poi scomparve nell'aria come un fantasma proteso verso il commissario Come me. I proprietari dei ristoranti sono rimasti sorpresi e costernati dalla perdita, in particolare dal valore emotivo che gli impermeabili portavano. Antonio Sergio, uno dei titolari del Caffè Gambrinus, ha raccontato al Corriere della Sera l'accaduto: "Siamo stati molto malati.

L'abito è simbolico, è solo una replica Non sappiamo chi sia, ma ieri il locale era molto affollato, anche stranieri." La scomparsa di una copia del cappotto indossato da Lino Guanciale nei panni di Alfredo Maria Ricciardi desta solo sospetto, ma soprattutto tristezza: del capo Il valore simbolico dona un significato particolare all'angolo riservato al commissario Ricciardi, che lo usa spesso come luogo di sosta e riflessione, un luogo dove organizzare i propri pensieri e gustare un buon caffè. Dopo il trambusto della cronaca quotidiana, l'impermeabile può tornare nella sua posizione originaria, ma allo stesso tempo Massimiliano Rosati (COO di Caffè Gambrinus) assicura: "Vogliamo sottolineare che questo posto è sicuro.

Ci dispiace vedere un furto del genere, perché ruba una parte importante dell'immaginario collettivo, spesso rubano i tovaglioli per onorare quel luogo storico, le tazzine di una volta, ma proprio non ci aspettavamo un gesto del genere, lo si può fare trovando l'assessore e mandargli Un mistero da risolvere con l'aiuto di anime erranti che svelano tanti segreti, ma spetterà allo sceneggiatore decidere con Maurizio De Giovanni, autore e creatore di romanzi dedicati a Riccardi.

Lascia un commento