Roberta Lanfranchi, il problema che si porta dietro dalla nascita: “Non potendo più sopportare il dolore,”

La showgirl parla del dolore che ha dovuto affrontare. Non si è mai arresa e continua a combattere con noi oggi. Sorridente e raggiante, Robert Lanfranchi ha iniziato a lavorare nell'industria dello spettacolo in giovane età.

Infatti, ha debuttato come ballerina in "Don't Forget Your Toothbrush" nel 1995. Il vero successo, però, arriva quando sul bancone compare "Striscia la Notizia". Qualche anno dopo recita nella commedia "Paperissima sprint" con Naike Rivelli e Gabibbo.

Poi è arrivato il momento del grande salto da Mediaset alla Rai. Nel 2007 e nel 2008 ha condotto L'Italia sul 2 con Milo Infante, e il contenitore di questo pomeriggio ha sempre avuto buoni risultati, frutto di una storia d'amore con Pino Insegno durata circa 10 anni. Oggi è felicemente sposata con lo scrittore televisivo Emmanuel del Greco.

Nel 2012 ha anche interpretato il ruolo di Luigia nella miniserie TV di Paolo Poeti "Bandit General". Entra anche nel mondo della radio nel 2016 quando inizia a dirigere Last Minute su Rai Radio 1. Non solo attrice e conduttrice, ma anche doppiatrice: in realtà è la voce dell'enorme personaggio di Ellie nel film d'animazione L'era glaciale 2 - Il disgelo nel sequel L'era glaciale 3 - L'alba dei dinosauri.

Roberta e una ballerina professionista con lotte infinite e dolori lancinanti, nessuno avrebbe pensato che Roberta avrebbe sofferto di una condizione morbosa legata alla sua taglia. "Ho iniziato a camminare a 2 anni, quindi più tardi degli altri bambini - spiegava prima il fazzoletto - mia mamma ha notato qualcosa che non andava: le gambe asimmetriche". In realtà, è una lussazione congenita.

Fu per risolvere questo problema che iniziò anche a prendere lezioni di danza per migliorare la sua postura. Infatti lì si è innamorata della danza, della disciplina esigente, dello sforzo eccessivo sul corpo e della ginnastica posturale" - spiega Roberta, concentrandosi anche su piccole cose come dormire senza cuscino e fare piccoli allungamenti, per modificare l'altezza del tallone.

Lascia un commento