Giuseppe Conte fa infuriare Fedez: ecco la verità

Il comizio politico di Giuseppe Conte a Cosenza è diventato il bersaglio di molti artisti dello spettacolo, in primis Fedes, perché mostrava una piazza gremita di gente senza distanziamento sociale. a "Perché io e te non possiamo?", il rapper. "Chissà perché non si è fatto nulla per introdurre regole e programmi per far ripartire il mondo dello spettacolo utilizzando gli strumenti oggi disponibili che tengono tutti al sicuro.

Se da un lato il Ministero dei Beni Culturali e il governo non fanno nulla, dall'altro, noi Felici di queste immagini festive, rappresentano un vero schiaffo in faccia a tutta la famiglia, che ovviamente per te non esiste". Al logico discorso degli applausi (vista l'esistenza del pass verde, perché non dare agli artisti la possibilità di fare un concerto, ma un incontro per i politici, che differenza c'è?) Giuseppe Conte ha voluto rispondere di essere sostanzialmente d'accordo con il suo video. "Ciao Fedez, mi rivolgo a te e agli artisti che in questo momento si lamentano delle attuali restrizioni alla cultura e allo spettacolo.

Politica e manifestazioni si svolgono nelle piazze sovraffollate. Non va bene, infatti l'ho detto in più punti sui media 4- 5 giorni. Dobbiamo ricominciare insieme.

La filiera della cultura, dello spettacolo e dello sport è stata colpita duramente. Tornare all'80% della capacità non va bene, dobbiamo riportarla al 100%, dobbiamo ricominciare da capo ancora." È ora di ricominciare.

Cosa stiamo aspettando?

Lascia un commento