Sofia Federico non si rade per scelta i suoi genitori non approvano: "Odio casa mia"

È senza dubbio l'eroe indiscusso dell'ultimo numero dell'Accademia. Stiamo parlando di Sofia Federico, una ragazza che sa cosa vuole dalla sua vita, ma soprattutto sa esattamente cosa vuole essere. Non importa se sta combattendo stereotipi e pregiudizi.

Certo, farla sentire offesa e offesa, anche senza il supporto dei suoi genitori, non dovrebbe essere un compito facile. Solo perché va per la sua strada non significa che non proverai dolore o rabbia. Lo abbiamo visto anche nell'ultima puntata di Rai 2: Federico spiega perché non le mancano i genitori e perché va d'accordo con i compagni.

I suoi genitori si vergognavano di lei e lei ne parlava senza dire una parola. Sophia ha scelto di non radersi, quindi i suoi genitori hanno ripetutamente espresso il loro disagio. "Non mi piace casa, odio la mia casa.

Venire qui è una bella esperienza per me, in questo momento voglio evitare alcuni ricordi del passato" - ha detto l'eroina de Il Collegio 6. Durante la lezione, Sophia ha spiegato perché non voleva contattare i suoi genitori o sentire la loro assenza. come hanno immaginato.

"Mi sono sentita vittima di pregiudizi. Da donna che non si rade, mi sono state dette cose vergognose. Come se la rasatura non fosse ignorata", ha spiegato la ragazza.

Ha aggiunto: "I miei genitori mi hanno anche detto che stavo scherzando sul fatto che non volevano venire in spiaggia con me, altrimenti si sarebbero vergognati e la gente avrebbe potuto parlare. La gente mi diceva che ero cattivo, sembravo una scimmia, Non troverò mai un uomo. Sono stato insultato ogni giorno da quando ero bambino".

La ragazza spera che i suoi genitori non stiano davvero pensando a qualcosa, ma le sue parole mostrano che non sono dalla sua parte di fronte a queste elezioni. Già prima di entrare in accademia, Federico aveva già spiegato su Instagram di cosa si parlava per via dei suoi capelli. La ragazza ha lanciato una foto con i capelli infilati sotto il braccio, scrivendo: "Ma non lamentarti se nessuno ti scopa".

Quante persone hanno sentito questa frase in varie forme? In un mondo che ci giudica costantemente dal nostro aspetto, quante persone hanno sentito la retorica ribelle di cui sopra per qualsiasi caratteristica fisica non rispettata dagli attuali standard di bellezza? Una donna con i capelli, un uomo "debole", solitamente troppo magro, troppo grasso, troppo loquace, non troverà mai un compagno solo per il suo aspetto, secondo la mentalità prevalente. "Ancora una volta: "Perché per la nostra società, l'apparenza di ciascuno di noi otterrà sempre solo l'approvazione degli altri, il che è completamente falso. Perché il NOSTRO CORPO esiste solo per soddisfare le aspettative degli altri e fornirci una festa sessuale/romantica? "

Lascia un commento