La cura Ascierto è un successo, arriva la conferma da un nuovo studio: "Efficace nei casi gravi"

Un nuovo studio pubblicato venerdì 29 ottobre sulla prestigiosa rivista internazionale "Journal of Clinical Medicine" ribadisce come il tocilizumab sia un'arma importante nella lotta ai casi gravi di Covid-19. Si tratta di nove studi, composti da ricercatori e clinici di due ospedali di Napoli, Pascale e Cotugno, coordinati da Paolo Ascierto e Alberto Maraolo. Il tocilizumab, un anticorpo monoclonale che produce l'inibizione della segnalazione pro-infiammatoria legandosi al recettore dell'interleuchina-6, è stato analizzato per l'efficacia da diversi studi in cui l'outcome primario era la mortalità per tutte le cause a 28-30 giorni.

Dopo l'analisi sequenziale, tocilizumab è stato associato a un ridotto rischio di morte. Lo studio si è basato su 6.489 pazienti, 3.

358 dei quali hanno ricevuto tocilizumab, e ha tenuto conto della gravità della malattia al momento della somministrazione e dell'uso di altri farmaci, come antibiotici e corticosteroidi, che hanno tutti avuto un impatto significativo sulla mortalità decremento, pari al 16%. Questa nuova analisi deve essere inserita nel complesso contesto della comprensione dei farmaci anti-artrite come vite potenziali per i pazienti Covid-19. "La nostra analisi - ha dichiarato il luminare napoletano Paolo Ascierto - conferma l'utilità del Toci nel migliorare la sopravvivenza globale dei pazienti contagiati dal virus, soprattutto in presenza di grave saturazione di ossigeno e segni di grave distress respiratorio o grave" attuale emergenza sanitaria, questa analisi viene svolta nel modo più chiaro e accurato possibile con tutti coloro che cercano risultati potenzialmente utili e definitivi.

Tocilizumab si sta rivelando un'opzione terapeutica promettente." , siamo orgogliosi di dimostrarlo".

Lascia un commento