A Lamezia Terme torna il Festival AmaCalabria: 45 eventi e ospiti internazionali

Dopo un anno di pausa, torna AmaCalabria a Lamezia Terme, rassegna di musica e teatro in programma dal 7 al 16 ottobre del prossimo anno. Dopo il concerto-evento di Ivo Pogorelich di giugno, AmaCalabria si è tenuta per la prima volta in Calabria, volendo dare a tutto il pubblico un segno di continuità, proponendo un ricco calendario fino al 21 del 21, da questo primo ricco 45 L'apertura festosa della manifestazione, soprattutto finalizzato a sostenere e diffondere la voce su tutto il territorio, compreso l'enogastronomia, grazie alla collaborazione con Gambero Rosso per la realizzazione della seconda guida digitale del sud Italia "Calabria 2020 - i migliori indirizzi della regione". Lamezia Terme vedrà una guida web di tutti i luoghi di nascita della Calabria, un evento dopo l'altro.

Inoltre, grazie alla collaborazione con Zen Impatto Zero di SviluppoUmbria con il sostegno della Comunità Europea, AmaCalabria garantirà a pubblico e ospiti un festival sostenibile a tutela della salute del proprio territorio e dei suoi cittadini, perfettamente integrato con l'idea che la cultura è Supporto fondamentale di Living Society, anima l'evento, con in prima fila il direttore artistico Francescantonio Pollice. La sede del festival coinvolgerà davvero l'intero territorio lametino, senza differenze estetiche, condividendo lateralmente i valori fondanti della civiltà musicale e artistica, in primis l'ascolto, e superando insieme i lunghi mesi, quasi due anni di silenzio culturale e sociale . .

Si alterneranno vari artisti, come Gerhard Oppitz, Misha Maisky e​​Shlomo Mintz, Violante Placido e Gabriele Lavia; attesissime anche le opere internazionali come Noches de Buenos Aires della Tango Rouge Company e le coproduzioni della stessa AmaCalabria, come con Camerata Strumentale di Prato e Cidim rendono omaggio a Fellini. Senza dimenticare due rari brani pianistici, l'adattamento di Liszt della Nona Sinfonia di Beethoven interpreta due veri pilastri del mondo pianistico italiano, come Bruno Canino e Antonio Ballista, mezzo partner artistico del secolo, la Nilo Salsa Orchestra, la prima tromba solista migliore europea orchestra, dedita da molti anni alla trascrizione di musiche da film, ecco un omaggio a Ennio Morricone e nel Bel Canto In recital del soprano Carmela Remigio, nomi di pesi e voci internazionali scelti dai grandi direttori Claudio Abbado, Daniel Harding, Lorraine Maazel , Antonio Papano, calibro di Gusta Vau Dudamel. A questi appuntamenti si accompagneranno tanti altri eventi di arti performative di ampio respiro, e vale la pena ricordare il fruttuoso impegno del progetto Fellini Ama, in collaborazione con Camerata Musicale di Prato e Cidim, che rafforza la creatività calabrese e del resto del Paese.

connessione rara. L'intero festival è supportato anche da Italo Treno, i cui clienti beneficeranno di uno sconto del 10% sui biglietti dello spettacolo, quindi si spera che nel suo insieme inviti a riscoprire una cultura mediterranea meno volgare e raccontare calabrese in ogni luogo Ya's Story. Common.

«Si tratta di un progetto molto complesso - ha spiegato al microfono dell'Adnkronos il presidente del direttore artistico Francescantonio Pollice - alla vigilia di questo tanto atteso e martoriato: rappresenta per la nostra regione un progetto unico, per la prima volta un progetto ambizioso e dettagliato sviluppato in dieci giorni.Questo progetto trascende musica, teatro, danza e tende ad elevare il nuovo profilo della Calabria valorizzando il ricco patrimonio materiale e immateriale della Calabria.Miriamo a contribuire alla ripresa sociale, culturale ed economica della regione collocando cinque festival a tema sculture dell'artista Maurizio Carnevali nel Parco Mastroianni a Lamezia Terme, come simboli tangibili del nuovo stile decorativo cittadino”.

Lascia un commento