Patrizia Pellegrino e la perdita del figlio appena nato: "È stato il momento più brutto della mia vita"

Patrizia Pellegrino, ospite nei salotti di Silvia Toffanin, è tornata a raccontare il suo fortissimo dolore per la perdita di un figlio appena nato. Ha affermato di aver sofferto molto per quello che era successo. Ma vediamo nel dettaglio cosa ha detto: "La perdita di Riccardo, a pochi giorni dalla sua nascita, è stato il momento più drammatico della mia vita", ha detto Patrizia Pellegrino, ospite di Verissimo.

La donna ha parlato della complicata gravidanza che ha dovuto sopportare e dei quattro figli. “Dopo aver provato tante volte, finalmente sono rimasta incinta e tutto andava bene, ma Riccardo è nato un mese prima e il suo polmone non era ancora pronto. Ha fallito.

" Dopo la morte del figlio maggiore, l'attrice ha adottato Grzegorz in Russia: “Era molto piccolo, molto magro, tutto ossa, ma quando l'ho visto, è stato come se l'avessi partorito. L'ho preso tra le mie braccia e ho detto: "Sei mio, non ti lascerò mai", ricorda. Poi venne prima Tommaso e poi Arianna.

"Con lei la vita mi ha messo di nuovo alla prova", ha ammesso Patrizia Pellegrino. “Fino a cinque o sei mesi tutto andava bene. Poi un giorno mia madre mi ha visto un po' stranamente e mi ha persuaso a fare una visita, dalla quale si è scoperto che ha una malattia molto rara: gonfiore fetale - spiega l'attrice.

"Quando è nata pesava 450 grammi, ho dovuto partorire a sei mesi e mezzo, altrimenti non sarei sopravvissuta", racconta. Oggi la figlia sta bene e ha fatto i conti con la sua diversità: "Arianna ora è tranquilla, ha lottato, sta lottando, ma non è completamente autonoma" .sss

Lascia un commento