Gianna Nannini parla per la prima volta dell'incidente alla mano: due dita mozzate

Gianna Nannini è una cantante e cantautrice italiana. Il suo primo grande successo discografico fu il singolo America, uscito nel 1979 e incluso nell'album California, prodotto da Michelangelo Romano, che aprì le porte al mercato europeo per il cantante toscano. Da quel momento in poi, la sua carriera non è mai finita.

Durante una lunga intervista, Gianna Nannini ha deciso di parlare per la prima volta di un incidente alla mano, avvenuto quando aveva 17 anni. Una storia scioccante che ha lasciato senza parole molti fan. (Continua a leggere dopo la foto) In diverse interviste, Gianni Nannini ha raccontato cosa le è successo mentre si trovava nella pasticceria dei suoi genitori dove lavorava come operaia.

La cantante ricorda così il suo incidente con la mano: “Ho iniziato a decorare torte da bambina. A 17 anni entrai nel servizio lavorativo: guadagnavo 1.740 lire l'ora come le altre donne; 2.

500 uomini. Ne ho sempre litigato con mio padre». Il rapporto con il genitore è stato decisamente turbolento: “C'era sintonia, ma gli shock sono stati terribili.

Mi ha visto in minigonna, con i collant sotto. Ha preso a pugni sua madre in faccia, ha preso le forbici e ha tagliato la gonna a strisce. Da allora indosso solo pantaloni».

Gianna Nannini ha poi parlato del drammatico infortunio: “Ho lasciato le falangi del medio e l'anulare della mano sinistra in macchina per i ricciarelli. Sono finiti in un impasto di caramelle ma nessuno li ha mangiati; li trovarono il giorno dopo, troppo tardi per appenderli. Un evento inaspettato che le ha portato la felicità.

(Continua a leggere dopo la foto) Raccontando l'incidente alla sua mano, Gianna Nannini ha ammesso: “Ho lanciato un urlo terribile, poi ho sentito una voce rauca. Poi sono svenuto. In conservatorio mi hanno rifiutato: al pianoforte le scale erano un po' zoppe.

Ho ripreso l'esame con due piccole protesi in plastica e unghie finte: ho passato. L'assicurazione ha pagato due milioni. Ho pagato il volo per Milano.

Sono anni che non parlo con i miei genitori. Grazie a questo evento decisamente sfortunato, Nannini ha potuto rilanciare la sua straordinaria carriera nel mondo della musica italiana e internazionale.

Lascia un commento