Scala, ovazione per Mattarella. Dal pubblico grida "Bis..."

Ovazione dal pubblico della prima Scala per Sergio Mattarelli. Il capo dello Stato, per l'ultima volta da presidente, ha salutato il pubblico con una standing ovation che ha suscitato più di cinque minuti di applausi, e ad alcune parti della sala è stato poi chiesto il 'bis' del mandato di udienza in scadenza il 3 febbraio. Mattarella sembrava emozionato mentre stava in piedi nel palco reale accanto alla figlia Laura, presidente del Senato Elisabetta Casellati, davanti al sindaco di Milano Giuseppe Sala e al ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, tutti in maschera, davanti all'orchestra , diretta da Riccardo Chailly, la serata è iniziata con l'esecuzione dell'inno di Mameli.

Per un giorno il dibattito sull'eredità di Mattarella e del suo successore si è spostato su Transatlantyk al foyer della Scala di Milano. "E' stato un grande presidente sotto tutti i punti di vista per le scelte che ha preso e per l'umanità che ha mostrato", ha detto il sindaco di Milano Beppe Sala entrando in Piermarini. “Da quando sono diventato sindaco, Mattarella, che ho avuto l'onore di incontrare all'Expo, è venuto a Milano più di venti volte, credo che questo sia un primato che dimostri l'amore di un presidente per il Milan.

Non sappiamo se questa sarà l'ultima volta che verrà alla Scala da presidente”. “Mattarellasi si è rivelato un ottimo amico e molto vicino a Milano e Lombardia. Lo ringraziamo in generale per la sua presenza e anche per questa serata, che è una serata importante con la quale la Scala riaprirà con la prima", ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Omaggio a Mattarella "meritato" ha commentato da parte sua il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi: al Quirinale del prossimo anno "vorrei un presidente come Mattarella", ha augurato a vita la senatrice Liliana Segre. "Mi dispiace andarmene", ha ammesso Giorgio Armani. - Mi dispiace per tutti.

È un'ottima persona, con grandi capacità: lo inviterò il prossimo anno». Il presidente della Repubblica "è una presenza forte e commovente", ha detto il sovrintendente Scaliger Dominique Meyer nell'atrio poco prima che si aprisse la porta. "E' stato qui un paio di volte, lo ricordo sempre con un applauso" - ha aggiunto Meyer - Voleva mostrarci vicinanza e cultura.

Sono venuto qui due volte l'anno scorso. È molto vicino alla Scala e siamo contenti di averlo qui". “Complimenti al pubblico per l'ovazione riservata a Mattarella.

È incredibile quanto ami il tuo presidente e come hai voluto ringraziarlo ", ha detto il cantante lirico Placido Domingo durante una pausa al Macbeth alla Scala. Mattarella ha usato il finale della prima parte dell'opera per andare a salutare, in un palco, la senatrice a vita Lilian Segre. Ha poi reso omaggio al Maestro Riccardo Chailly e ai musicisti dell'orchestra.

Insieme a lui il sindaco Beppe Sala e il prefetto Renato Saccone. Rendere omaggio ai musicisti è la tradizione del capo dello Stato (lo ha fatto anche nel 2018 e nel 2019), a cui non è mai mancata la sua vicinanza alla Scala. - New Media Enterprise S.

r.l. Azionista Unico - Sede Legale: Viale Tito Livio, 60 - 00136 Roma tel.

06/4121031 Fax 06/41210320 - P.IVA 10520221002 Sede legale presso il tribunale di Milano al n. 225/2008 Direttore Responsabile: Stefano Pacifici - Amministratore Delegato: Alessandro Tozzi - Coordinatore Editoriale: Salvatore Puzzo - Coordinatore Pubblicità: Stefano Piccirilli - Direttore di Produzione: Graziano Staffa

Lascia un commento