A Drusilla Gucci non è piaciuto il film House of Gucci

È uscito il film House of Gucci di Ridley Scott, con Lady Gaga e Adam Driver, ma il film sembra essere stato sottovalutato da Drusilla Gucci, che ha scritto una lettera sul settimanale Di Più evidenziando alcuni errori. , House of Gucci con Lady Gaga e Adam Driver, ma il film sembra essere stato sottovalutato da Drusilla Gucci, che ha scritto una lettera sul settimanale Di Più evidenziando alcuni errori. Il film porta alla ribalta un clamoroso giallo che ha scosso il mondo dell'alta società e il mondo della moda: l'omicidio di Maurizio Gucci nel 1995.

Dopo lunghe indagini, si è scoperto che a uccidere l'imprenditore, ad ingaggiare un sicario, è stato l'ex Gucci. -moglie, Patrizia Reggiani. La donna, come accusata, ha realizzato il suo piano, guidata dal risentimento, ma anche da un motivo economico: il suo ex marito stava per sposarsi e lei di conseguenza perderebbe i suoi privilegi e diritti di proprietà.

È distorto perché fa passare l'assassino quasi come un'eroina romantica con l'omicidio dell'uomo sullo sfondo. L'ex moglie non ha sofferto il dolore dell'amore, ma ha vissuto ben più paure materiali. "Drusilla Gucci non ha nemmeno apprezzato il modo in cui la sua famiglia è rappresentata nella Gucci House:" La nostra azienda è stata camuffata da tana del potere patriarcale.

Credevi che tutte le posizioni di responsabilità fossero ricoperte da uomini e che le donne fossero sempre sottomesse. Questo passaggio in realtà riduce ad “operetta” il lavoro delle quattro generazioni che hanno contribuito al riconoscimento del made in Italy nel mondo. Drusilla ha poi rivelato che il regista Ridley Scott aveva contattato suo nonno Roberto già quattordici anni fa, chiedendo il permesso di realizzare una storia sulla loro famiglia.

L'uomo però ha preferito rifiutare "perché aveva capito che i Gucci volevano sembrare quasi una mafia, attaccata al denaro e al potere, e si è rifiutato di autorizzare".sss

Lascia un commento