Perché piangere fa bene al cuore

Il pianto è un'esteriorizzazione fisiologica mediante la quale riusciamo a riportare in equilibrio il nostro umore: quindi piangere fa bene. Fatica. Uno studio recente ha scoperto che 9 persone su 10 si sentono molto meglio dopo aver pianto, e una donna piange in media 47 volte in 1 anno.

fermare le lacrime aumenta il rischio di danni cerebrali il pianto, soprattutto emotivo, ci aiuta a liberarci delle tossine prodotte da stress, ovvero prolattina e manganese: quest'ultimo è abbondante nel cervello delle persone depresse.Cercare di non piangere blocca le emozioni interne, favorendo "posizioni sbagliate sulla colonna vertebrale, come le braccia piegate, da assumere a causa della rigidità muscolare". Cause di nervosismo che portano a gastrite e disturbi intestinali ali.

Secondo una ricerca universitaria di William Frey, il pianto ha un effetto benefico sia a livello fisico che mentale. Un biochimico ha creato una "teoria della guarigione" o "teoria della guarigione" basata sulla quale gli stati emotivi come il dolore emotivo sarebbero una cura miracolosa per la nostra salute. Le lacrime emotive ci permetterebbero di ritrovare l'equilibrio, recuperare le energie perse dopo un forte stress.

emozioni, "piangere fa bene al cuore". Questo sito Web utilizza cookie funzionali e script esterni per migliorare la tua esperienza. Questo sito Web utilizza cookie funzionali e script esterni per migliorare la tua esperienza.

Sulla sinistra puoi vedere quali cookie e script vengono utilizzati e come influenzano la tua visita. Puoi modificare il tuo consenso in qualsiasi momento. Le tue scelte non influenzeranno la navigazione nel sito NOTA: queste impostazioni si applicano solo al browser e al dispositivo che stai attualmente utilizzando.

Lascia un commento