Come addormentarsi velocemente, queste due posizioni faranno la differenza

A volte è difficile addormentarsi, solitamente pensando a qualcosa di importante da fare la mattina dopo o seguendo altri motivi che ostacolano il processo di riposo, tuttavia ci sono metodi che possono aiutare il nostro corpo a rilassarsi e più velocemente, il trucco è mettersi nella giusta direzione .per ritrovare il giusto relax, per concedersi un meritato sonno. Il nostro obiettivo è aiutare la mente a scrollarsi di dosso lo stress eccessivo accumulato durante il giorno o pensieri che portano a preoccupazioni per il prossimo, secondo Kim Jones, giornalista e autore di "222 modi per ingannare te stesso nel sonno", è imperativo trovare un posizione che ci aiuterà a raggiungere la pace e il sonno completi.

Quali sono le posizioni migliori? Fondamentalmente sono due e sono facili da applicare. I praticanti di yoga conoscono perfettamente questa posizione, basta stare in piedi con i talloni in fuori, le braccia tese con le mani a terra e la fronte, assumere la posizione che vedete nella foto in modo da rilassare la mente per almeno un minuto e prima di tutti riducono la tensione nella regione lombare. La seconda posizione che può aiutarti ad addormentarti è quella di sdraiarti e appoggiare le gambe contro un muro, appoggiarti su una superficie morbida come un cuscino o simili per rilassare la parte bassa della schiena, se non riesci ad allungare perfettamente le ginocchia, puoi piegali anche leggermente in questa posizione per alcuni minuti finché non senti il ​​tuo corpo rilassato e pronto per dormire.

utilizza cookie funzionali e script di terze parti per migliorare la tua esperienza.Questo sito Web utilizza cookie funzionali e script di terze parti per migliorare la tua esperienza. Sulla sinistra puoi vedere quali cookie e script vengono utilizzati e come influenzano la tua visita.

Puoi modificare il tuo consenso in qualsiasi momento. Le tue scelte non influenzeranno la navigazione nel sito NOTA: queste impostazioni si applicano solo al browser e al dispositivo che stai attualmente utilizzando.

Lascia un commento