Presideio della Comunità ebraica dopo il corteo choc di Novara

La Comunità ebraica milanese reagisce
dopo il clown messo in scena dal Novara No-Green che sabato scorso aveva sfilato con gli abiti dei deportati. Per " contrastare l'oltraggio alla memoria della persecuzione e della deportazione ", la Comunità Ebraica di Milano e la Comunità di Sant'Egidio hanno organizzato un presidio per martedì davanti al Memoriale della Shoah
nella Lombardia capitale. " Basta con le stelle gialle, le magliette a righe dei prigionieri nei campi e i simboli di Auschwitz usati dai Pass No-green. Non accettiamo paragoni tra la cura contro il virus e lo sterminio di innocenti ", hanno spiegato i promotori che aggiungono: " La nostra coscienza civile si ribella al confronto tra la distruzione degli ebrei d'Europa e le norme che tutelano I cittadini. Chiediamo rispetto per le vittime, consapevolezza della storia del nostro Paese e difesa della memoria che ci unisce ".

Comunità ebraica: " Indignata e preoccupata "

Sono parole molto pesanti della comunità ebraica. " Siamo preoccupati, oltre che indignati, per il continuo abuso che viene fatto delle immagini e dei simboli della Shoah e della deportazione in genere - aggiunge Milena Santerini, Coordinatrice nazionale per la lotta all'antisemitismo e vicepresidente della Memoriale della Shoah tra i promotori dell'evento -. Un " dramma " unico nella storia non può essere paragonato a misure sanitarie che, tra l'altro, vogliono tutelare e non intaccare la salute dei cittadini. Dobbiamo riscoprire il senso della memoria di quanto accaduto rifiutando questo colpevole vittimismo. Lo racconteremo a chi usa stelle gialle, magliette a righe e simboli di Auschwitz che offendono tutte le vittime e i sopravvissuti, snaturando una memoria che deve unirci e non dividere ".

L'Anpi contro la distribuzione del film Nazi

Intanto anche l'Anpi di Milano lancia l'allarme per la " pubblicazione e diffusione del dvd del film antisemita Suss l'ebreo ", uscito nella Germania nazista nel 1940 ", spiega Roberto Cenati, presidente provinciale Anpi di Milano. " L'operazione è svolta da A§R Productions, specializzata nel recupero di vecchi film, che distribuisce i propri prodotti nei negozi e nelle edicole. Il filmato è stato commissionato dal ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels. Da parte sua, Heinrich Himmler ha ordinato a tutti i membri delle SS e della Gestapo di vedere il film. Il DVD ora in commercio, in edizione originale con sottotitoli in italiano, è privo di avvertenze critiche o commenti introduttivi e recupera il manifesto originale italiano del 1940 ".

Lascia un commento