Cambio di stagione: con l'arrivo del freddo, attenti alla vostra pelle

L'improvviso passaggio dal caldo estivo al freddo invernale può causare problemi alla pelle come secchezza, prurito e arrossamento, soprattutto in coloro che già soffrono di disturbi della pelle come la dermatite. È per questo motivo che è necessario prendere delle precauzioni per proteggersi adeguatamente dal freddo e prevenire il peggioramento della dermatite.Una delle malattie della pelle più colpite dal cambio di stagione è, comunemente nota come dermatite atopica.

È infatti caratterizzato da una fase acuta e una fase di remissione. La fase acuta di degrado è accompagnata dal periodo tra l'inverno e la primavera e tra l'estate e l'autunno. In particolare, l'arrivo del freddo secca la pelle.

È per questo motivo che dovresti proteggerti il ​​più possibile dagli urti durante questo periodo ed evitare di visitare luoghi freddi senza un abbigliamento adeguato. Tuttavia, anche i termosifoni possono aggravare la malattia: un ambiente eccessivamente caldo stimola infatti la sudorazione, uno dei principali fattori scatenanti della dermatite atopica. Pertanto, è necessario regolare la temperatura intorno ai 20-25°, soprattutto nelle stanze in cui si pernotta, in modo che la pelle sia idratata in profondità e protetta con trattamenti speciali.

peggiora la condizione, ma la innesca. In particolare si manifesta sulle mani: la pelle in questa zona diventa secca, ruvida, e talvolta compaiono congelamenti e solchi sulle dita, che rendono impossibile lo svolgimento delle attività quotidiane. Inoltre, la pelle secca provoca anche prurito e desquamazione della pelle.

Per evitare che ciò accada, è buona norma coprirsi bene le mani o altre zone interessate, utilizzare detergenti leggermente aggressivi e non schiumogeni (per non interferire con la produzione di lipidi cutanei), e asciugare bene la zona. Va sottolineato, però, che le creme idratanti non sono adatte a combattere la secchezza causata dal raffreddore in quanto tendono a idratare la pelle. È meglio scegliere creme appositamente studiate per proteggere dal freddo che rafforzano le barriere naturali.

La dermatite seborroica è un'infiammazione causata dall'iperattività delle ghiandole seborroiche e si manifesta con prurito, bruciore, arrossamento, forfora e desquamazione. Si manifesta in particolare sul viso e sul cuoio capelluto, e negli uomini dai 30 ai 40 anni. Questo tipo di dermatite peggiora anche con l'arrivo dell'estate, grazie ai raggi solari, che aumentano le difese della pelle.

In inverno, oltre a proteggere le zone interessate con indumenti caldi (es. cappelli), è necessario utilizzare ammorbidenti e lenitivi che mantengano il pH fisiologico della pelle e non contengano sostanze particolarmente aggressive come silicone, alcool, ecc. Infatti è molto importante preservare il mantello idrolipidico della pelle.

che riduce gli effetti del freddo pungente sulla dermatite. Questo sito utilizza cookie funzionali e script di terze parti per migliorare la tua esperienza. Questo sito utilizza cookie funzionali e script di terze parti per migliorare la tua esperienza.

Sulla sinistra puoi vedere i cookie e gli script utilizzati e il loro effetto sulla tua visita. Puoi modificare il tuo consenso in qualsiasi momento. Le tue scelte non influenzeranno la navigazione del sito NOTA: queste impostazioni si applicano solo al browser e al dispositivo che stai attualmente utilizzando.

Lascia un commento