Coltelli e droga nei controlli alla M2 Garibaldi

Sono quattro gli indagati a piede libero dopo i controlli effettuati sabato sera dalla polizia di Stato nella stazione della metropolitana MM2 Garibaldi
a Milano. In totale, sono state controllate e identificate 279 persone, 64 delle quali risultate in possesso di precedenti di polizia. Gli indagati in stato di libertà sono un minore brasiliano trovato in possesso di un coltello della lunghezza di 20,5 cm che gli è stato sequestrato; un minore egiziano con 8,7 grammi di hashish; un minore italiano per resistenza a pubblico ufficiale e per aver ricevuto tessera sanitaria rubata per i proventi di furto che aveva con sé e, infine, un rumeno di 22 anni per resistenza, minaccia e insulto a pubblico ufficiale. L'uomo è stato anche sanzionato amministrativamente per molestie in stato di ebbrezza.

Sequestrato invece un coltello a serramanico di 15 cm, rinvenuto nei pressi dell'aeroporto. Nel corso dei controlli sono state rilevate cinque violazioni amministrative, con un'ordinanza di allontanamento per 48 ore dalla stazione della metropolitana Garibaldi emessa nei confronti di altrettante persone. Undici le violazioni amministrative, contestate dai carabinieri, per il mancato utilizzo della mascherina.

Migliaia di controlli sui treni
Ma la scorsa settimana i controlli sono scattati anche a bordo di 1.801 treni italiani. Il bilancio delle attività della Polfer
è stato di 20 arresti, 220 indagati, 79.943 persone controllate, 302 servizi antiredazione e 350 sanzioni elevate, 40 minori non accompagnati rintracciati e affidati a famiglie o comunità; 70 cittadini stranieri sorpresi in posizione irregolare.

In particolare, a Milano, alla Stazione Centrale, sono stati arrestati per due furti aggravati un cittadino algerino di 24 anni e un francese di 34, entrambi pluripregiudizi. Il primo era stato notato dai carabinieri in servizio antiurto mentre saliva su un treno in partenza per Napoli. L'uomo, seguito a bordo, è stato bloccato mentre tentava di scendere alla stazione di Milano-Rogoredo, dopo essersi abilmente impossessato di una borsa che è stata poi restituita al viaggiatore. Il 24enne è stato trovato anche in possesso di uno smartphone, anch'esso di provenienza stealth.

Il 34enne francese è stato invece arrestato dopo aver rubato uno zaino ad alcuni ragazzi seduti a un tavolino all'interno di un bar all'interno della stazione, mentre stavano consumando da bere. L'uomo, approfittando di un momento di distrazione dei giovani, aveva afferrato la borsa e aveva cercato di scappare. Bloccato, è stato arrestato e la refurtiva, intatta, è stata restituita al legittimo proprietario.

Lascia un commento