Un briciolo di Fraintesa basta a illuminare Milano

" Vivi ogni giorno come se fosse il primo ".

" A Francesca, che ha raccontato la magia con voce chiara, con un sorriso, grazie ".

" L'unico viaggio impossibile è quello che decidi di non intraprendere ".

" Tanto da imparare, grazie ".

" Avrei voluto stringerti forte in ognuno di quei giorni passati con te ".

" Nessun problema. Ti amo. Grazie Frainteso ".

" Un angolo della città che era così così ora è speciale ".

" Anche oggi non ci perdiamo un piano. Ciao Incompreso, bella anima ".

" Siete stati meravigliosi. Lo sei ancora. Grazie. " frainteso.

" Mi hai dato una forza immensa ".

" Mi sembra di averti conosciuta personalmente, come una sorella maggiore. Grazie per tutto quello che hai fatto ".

" Vivrete per sempre nel cuore di chi vi ha conosciuto ".

" Vorrei essere a Milano solo per vederti nascere su quel muro, tu che non sei mai morto ".

" Oggi una cosa bella che fa tre, dieci e mille. Grazie ".

" Mi hai fatto viaggiare con gli occhi. Mi hai emozionato. Ciao Francesca ".

" Siete stati un mondo gentile, calmo, sereno ".

" Ero innamorato della tua voce ".

" Non ti conoscevo, ma è come se ti conoscessi ".

" Mi hai dato forza durante la mia malattia. Eri il mio pilone ".

" Oggi sono uscito dal lillà e tu eri lì a guardarmi ".

Potremmo andare avanti all'infinito. Questi i pensieri che i social raccolgono su Francesca Barbieri , la travel blogger morta di cancro al seno a soli 38 anni. Di lei ha raccontato la sua malattia; hai raccolto migliaia e migliaia di euro per la ricerca. Venerdì, al Monumentale, è stato inaugurato un murale che la ritrae. Ecco la sua storia. E la storia del perché fosse una star atipica, bella e così luminosa da inondare di luce la vita di molti di noi. Ciao Francesca, buon viaggio senza fine. Milano è più bella adesso.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento