Morto a 99 anni il linguista della Statale Maurizio Vitale

È morto a Milano Maurizio Vitale, professore di storia della lingua italiana alla Statale, compagno dei Lincei e della Crusca (di cui era il più anziano). Aveva 99 anni. Lo riferisce l'Adnkronos precisando che la notizia della sua scomparsa è stata resa nota ai funerali. Vitale nacque il 7 agosto 1922 e per lungo tempo diresse l'Istituto di Filologia Moderna dell'Università di via Festa del Perdono.

Tra le sue opere più note, " La questione della lingua ", rassegna della lingua italiana da Dante al Novecento. Ha pubblicato studi su Manzoni e Leopardi, ma anche sugli albori dell'italiano in Toscana e fuori. Ha diretto le collane di Rizzoli sui classici italiani e le collane di altri editori.

a È stato membro della Società Italiana di Glottologia e della Società di Linguistica Italiana. Era stato insignito della Medaglia d'Oro ai meriti della cultura e dell'arte, del Premio Feltrinelli dell'Accademia dei Lincei per la storia della lingua italiana e del Premio Internazionale 'Gerolamo Cardano' del Rotary Club di Pavia.

Insieme a Francesco Di Donato, Vitale è stato l'ispiratore della Legge Bacchelli, la norma che istituì nel 1985, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, un fondo per illustri cittadini in stato di particolare bisogno.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento