Si addormenta in metro, lo svegliano e picchia tutti: arrestato

Lo hanno svegliato e ha iniziato a urlare contro tutti e a lanciare sassi in aria. E gli sono scattate le manette. Un tunisino di 21 anni è stato arrestato dagli agenti di polizia con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento la mattina di mercoledì 20 ottobre.

Tutto è iniziato intorno alle 9:00 quando il giovane che si era addormentato su un vagone della M3 è stato svegliato dagli addetti Atm al capolinea di Comasina (hinterland nord di Milano). Non solo, viste le condizioni del 21enne, i dipendenti dell'azienda di trasporti hanno chiamato il 118. Sul posto è intervenuta un'ambulanza ma il giovane, una volta visti gli operatori sanitari, ha iniziato a insultarli. Non solo, ha poi afferrato alcune pietre da terra e ha iniziato a lanciarle in aria.

Sul posto sono quindi intervenuti i carabinieri che lo hanno fermato e accompagnato in questura a bordo di un volante; nel tragitto ha danneggiato il plexiglas dell'auto. Per lui sono state rilasciate le manette.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento