Pensione di dicembre: fino a 655 euro in più, per molti ma non per tutti

Pensione dicembre 2021: potrebbe essere un felice Natale per tanti italiani, anzi tantissimi, con una " sorpresa " che può arrivare fino a 655 euro.

Tanti, tantissimi pensionati italiani, dopo i drammi, le ansie, i dolori del Covid, hanno potuto festeggiare la fine del 2021 in modo decisamente sereno. Per molti libri postali, per numerosi conti correnti, potrebbe essere in arrivo un extra di benvenuto ", fino a 655 euro. Ma come al solito non sarà il turno di tutti, non tutti potranno sorridere.

Intanto si parte con una prima importante selezione " ", che già riduce i destinatari del bonus " . Oltre ad essere in pensione, dovrai avere almeno 64 anni. Questo è il famoso quattordicesimo in pensione. Quale modo migliore per festeggiare la fine di un altro anno da dimenticare? I membri della famiglia, i figli, i nipoti, saranno sicuramente felici della buona notizia. Chissà, magari i nostri nonni e papà già immaginano di arricchire lo spazio sotto l'albero con dei regali. Molti lo sperano.

Ironia a parte, vediamo quali sono e quali saranno gli altri criteri fondamentali adottati dall'INPS per erogare il " quattordicesimo " ai pensionati italiani. Devi aver compiuto 64 anni da luglio di questo mese, quindi i nati da agosto in poi rimarranno a bocca asciutta anche se " le candeline da spegnere " sono le stesse.

L'Istituto nazionale di previdenza sociale comunica che le rate, a chi ne ha diritto, verranno erogate a dicembre 2021, presumibilmente prima di Natale.

Pensione di dicembre, sarà un felice Natale per tanti italiani
Ovviamente adesso dobbiamo spiegarvi quali sono i criteri per rientrare nel " progetto quattordicesimo ". Innanzitutto la somma non è fissa ma varia in base al reddito annuo del pensionato, in relazione agli anni di contribuzione. Se abbiamo un reddito che non supera 1,5 volte l'indennità minima, saremo fortunati. Soldi in arrivo! E sarà probabilmente il massimo della cifra attesa. Se superi il doppio del trattamento minimo, ci sarà comunque il tanto atteso extra, ma sarà sicuramente una cifra inferiore.

In arrivo il tanto atteso Quattordicesimo
Ricordiamo ai pensionati che il trattamento minimo è di 515,18 euro. Questo è il punto di riferimento delle pensioni minime per i lavoratori dipendenti e autonomi.

Vediamo ora quali sono le condizioni precise, in relazione alla vostra situazione, per raggiungere l'agognata cifra di 655 euro. E diamo anche notizia di quali cifre, seppur inferiori, riceveranno gli altri pensionati italiani. Un po' di soldi, comunque vadano, stanno arrivando per tutti.

Ecco la tabella che compare, testualmente, sul sito dell'INPS:

1) euro 437, nel caso di ex lavoratore dipendente, fino a 15 anni di contribuzione e fino a 18 anni se lavoratore autonomo; 2) € 546, nel caso di ex dipendente con oltre 15 anni e fino a 25 anni di contributi. Nel caso di ex lavoratore autonomo sono richiesti oltre 18 anni di contribuzione e fino a 28 anni;

3) 655 euro, oltre 25 anni di contributi se ex dipendente e oltre 28 anni se ex lavoratore autonomo.

E ancora:

1) 336 euro fino a 15 anni di contributi, per ex dipendenti, o fino a 18 anni di contributi se ex lavoratori autonomi;

2) 420 euro oltre 15 anni di contributi e fino a 25 anni se ex dipendente. Invece, oltre i 18 e fino a 28 anni di contributi, se ex lavoratori autonomi;

3) 504 euro oltre 25 anni di contributi se ex dipendente, oltre 28 anni se ex lavoratore autonomo.

Lascia un commento