L'Humanitas smetterà dal 2022 di seguire i pazienti cronici

L'ospedale Humanitas di Rozzano 'abbandona' la gestione dei malati cronici a partire dal 1 gennaio 2022: oltre tale data, saranno garantite solo le visite e gli esami prescritti e prenotati entro il 31 dicembre, e per tutto il 2022. la decisione aggiunge che i pazienti cronici che fino ad ora si sono rivolti a Humanitas dovranno recarsi presso un altro centro per l'organizzazione del percorso terapeutico, o presso il proprio medico di base.

" E' una decisione molto grave perché lascia migliaia di pazienti senza un punto di riferimento importante ", commenta il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gregorio Mammì, divulgando la notizia alla stampa e ricordando che Humanitas è un 'centro nevralgico' particolarmente per l'intero territorio. a sud di Milano.

La riforma Maroni e i malati cronici
" Se pubblico e privato hanno gli stessi doveri, perché un'azienda privata può decidere di non svolgere più un servizio per i malati cronici che sono 3.5 milioni in Lombardia? ", chiede l'esponente pentastellato che annuncia di aver presentato un'interrogazione al Pirellone per avere chiarimenti da parte dell'Assessorato al Welfare. " Quello che è successo è una prova tangibile dei limiti di una riforma sanitaria che equipara i diritti tra chi ha la salute pubblica come 'missione' e chi, invece, pensa solo al ritorno economico dei servizi sanitari " vir>.

La possibilità di avere un centro che gestisca tutto il necessario ai malati cronici (visite, esami e piano terapeutico) è stata introdotta , tra mille polemiche, durante la presidenza di Roberto Maroni.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento