Qual è il vero nome di Raffaella Carrà? Il significato del suo nome d’arte vi stupirà

Qual è il vero nome di Raffaella Carrà e perché ha scelto questo nome d'arte? Ecco le risposte a queste domande che molti si pongono.

Se c'è una persona che negli ultimi anni si è meritata il titolo di " regina della televisione " è sicuramente Raffaella Carrà. Un artista sensazionale, capace di divertire come pochi e di contribuire a rendere speciale la scena artistica italiana all'estero: dalla Spagna all'Argentina.

Una carriera invidiabile, iniziata con il debutto in un film del 1960. il vero successo arriva dieci anni dopo, conquistando il piccolo schermo e facendo emergere un ruolo fino a quel momento sconosciuto in televisione: la showgirl.

Ha ballato, cantato, condotto durante i famosi programmi televisivi, presentandosi con look clamorosi per alcuni, scandalosi per altri . Ma che l'ha resa una grande interprete dell'arte italiana in tutte le sue forme. Per questo motivo la notizia della sua scomparsa è stata straziante per il mondo dello spettacolo.

Qual è il vero nome di Raffella Carrà?
Per molti anni in molti hanno creduto che Raffaella Carrà fosse il vero nome dell'artista italiana. Ma non è così. La " Raffa " nazionale, infatti, aveva scelto un nome d'arte con cui farsi ricordare e fare la storia della televisione e della musica.

La showgirl, infatti, era Raffaella Maria Roberta Pelloni. Molte volte ha raccontato come l'infanzia e l'adolescenza siano state trascorse insieme alla madre e alla nonna, poiché suo padre aveva lasciato la madre quando lei era molto piccola.

Perché ha scelto il nome d'arte Raffaella Carrà?
Alcuni artisti scelgono un nome d'arte che, in qualche modo, richiami quello originale. Ma questo non è il caso. La showgirl infatti ha lasciato solo il nome di nascita, mentre il cognome lo ha cambiato radicalmente: non c'è affinità tra Pelloni e Carrà.

Per capire come sia nata la scelta del nome arte, dobbiamo risalire agli anni Sessanta, cioè all'inizio della sua carriera. Non esiste un anno preciso a cui riferirsi alla nascita dello pseudonimo, tuttavia possiamo rivelare che la paternità di questo spetta al regista Dante Guardamagna.

L'uomo, osservando Raffaella, ha associato il suo nome all'artista del XV secolo Raffaello Sanzio al cognome del famoso pittore italiano Carlo Carrà. Da questi due accostamenti artistici nasce il nome d'arte Raffaella Carrà. Un nome che non poteva non fare la storia della cultura.

All'epoca Guardamagna non poteva saperlo, ma la scelta è stata intelligente proprio in ottica internazionale. Infatti il ​​nome d'arte è facilmente comprensibile in qualsiasi lingua, è adatto alla televisione e per creare neologismi.

Qual è il significato di Carramba?
Proprio qui penso a " Carramba che sorpresa e al suo " carrambate ". Il titolo del programma è, infatti, tratto dal suo cognome artistico. Un'idea di Sergio Japino, storico compagno del Carrà e direttore del programma, e del giornalista Brando Giordani.

Due non si sono lasciati sfuggire questa occasione e hanno preso l'ispirazione nata durante un soggiorno nella residenza estiva di Raffaella sul Monte Argentario. Japino e Giordani, infatti, hanno fuso il cognome Carrà con l'espressione spagnola ¡Ay, caramba!, usata nei momenti di stupore e meraviglia.

Lascia un commento