Salvini contro il Reddito di Cittadinanza: si è dimenticato che l’ha approvato anche lui?

Il leader della Lega, Matteo Salvini, si è scagliato contro il Reddito di Cittadinanza. Fu approvato, tuttavia, quando era ministro dell'Interno.

Conosciamo bene l'ultima deriva comunicativa della nostra politica locale. I politici sono molto inclini a cambiare idea e anche in fretta. In questo caso si torna a parlare del leader della Lega, Matteo Salvini che si è scagliato contro il Reddito di Cittadinanza.

Un provvedimento che non ha dato i suoi frutti, anzi. Il RdC è stato realizzato da molti furbi che hanno approfittato di qualche situazione per percepirlo senza i requisiti necessari. Un provvedimento che però è stato approvato durante Conte 1. Chi segue la politica sa che in quel governo c'era anche Matteo Salvini, all'epoca ministro dell'Interno.

La sua posizione, e quella del partito, è leggermente cambiata. Alcuni esponenti della Lega fanno parte del governo ma con un peso diverso rispetto al passato. Ora Salvini sui social si è scagliato contro questo provvedimento. Ecco cosa ha detto.

Salvini contro il reddito di cittadinanza per questo motivo
Come ampiamente dimostrato, il provvedimento della RDC non ha funzionato. Ha ricevuto pesanti critiche. Alle critiche si è aggiunto Matteo Salvini. Con un tweet ha mostrato la vergogna dietro l'abuso del Reddito di Cittadinanza. Non ha usato mezze misure ed è andato giù forte.

La foto mostrava un titolo di " affaritaliani.it ". Il sito ha annunciato come i furbi abbiano gravato sulle casse dello Stato per ben 15 miliardi di euro. Diverse parti interessate hanno approfittato di questa misura. Troviamo persone che non hanno dichiarato tutta la loro disponibilità ed erano ritenute povere. Oppure c'erano anche i falsi invalidi. Allora Salvini tuonò: " PAZZO! Truffe per 15 MILIARDI. Un insulto a chi ne ha davvero bisogno, ai lavoratori, e a tutti gli italiani. Cambiamo questa vergogna ".

Un cambio radicale di pensiero su un provvedimento approvato da un governo composto anche da lui. Il modo di comunicare non è nuovo, in passato ha riscosso grandi consensi mentre ora stanno diminuendo. Vedremo se ci sarà una ripresa o i cittadini si allontaneranno sempre di più dal modo di fare lui.

Lascia un commento