Incidente nella centrale termoelettrica: operai precipitano, uno gravissimo

Grave incidente sul lavoro sabato mattina nella centrale termoelettrica di Turbigo, di proprietà di Iren. Secondo quanto appreso finora, due operai - un 42enne e un 49enne - sarebbero caduti dal tetto della struttura, compiendo un volo di circa cinque metri nel vuoto.

Subito è partita la macchina dei soccorsi e sul posto sono intervenuti i carabinieri, gli equipaggi di due ambulanze e due elicotteri del 118, oltre ai vigili del fuoco. Nella caduta i due operai sono rimasti gravemente feriti. Il 42enne, trasportato in elicottero a Varese, ha riportato un trauma alla spalla e all'arto superiore. Il collega - ricoverato in codice rosso a Niguarda - ha riportato un trauma alla testa, al viso e al braccio: le sue condizioni sono considerate molto delicate.

I rilievi per ricostruire le cause dell'incidente, e accertare eventuali responsabilità, sono affidati ai militari della compagnia di Legnano, accompagnati dai tecnici Ats.

Quello di sabato a Turbigo è il terzo infortunio sul lavoro avvenuto nel milanese nelle ultime 48 ore. Nella giornata di venerdì a Nerviano si è verificato un doppio infortunio, tra mattina e pomeriggio. Verso le 10.30 un operaio è rimasto gravemente ferito dopo essere caduto a terra dal tetto di un magazzino in via Garibaldi, nella frazione Sant'Ilario. Poche ore dopo, intorno alle 15, un 66enne è stato invece fulminato
mentre lavorava all'interno di una cabina elettrica della ditta Md Plast in via IX novembre 1989. Entrambi erano stati trasportati all'ospedale in codice rosso, in ottime condizioni. tomba.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento