Mistero in A4, uomo trovato a terra nell'area di servizio in stato confusionale: morto in ospedale

Ai soccorritori e agli agenti che lo hanno trovato lì, ha detto poco e niente. In evidente confusione, ha solo spiegato che era inciampato, caduto ed era stato ferito senza aggiungere altro. Poi, una volta in ospedale, le sue condizioni sono precipitate ei medici non hanno potuto fare nulla per salvargli la vita. C'è un alone di mistero attorno alla morte di Manuel R., 31 anni, residente a Novate, morto all'alba di giovedì dopo essere stato soccorso nell'area di servizio di Novate a nord dell'autostrada A4, due passano davanti a casa sua.

Le tappe fondamentali della storia non sono molte. Secondo quanto accertato finora, la prima chiamata alla centrale operativa del 118 è arrivata alle 16:20. Gli equipaggi di un'ambulanza e della Polstrada intervenuti hanno trovato il 31enne a terra, disteso nella corsia di innesto dell'autogrill. In evidente stato di ebbrezza, l'uomo non ha mostrato ferite o segni di lotta, ma solo uno strappo sui jeans, che potrebbe essersi procurato cadendo.

Dopo aver parlato qualche istante con medici e agenti - a cui avrebbe riferito di essere caduto -, l'uomo è stato trasportato al pronto soccorso del San Carlo, dove però è deceduto poco dopo, formalmente per problemi cardiocircolatori arresto. Con ogni probabilità sul corpo dell'uomo verrà eseguita l'autopsia, anche per accertare se avesse assunto sostanze stupefacenti e per " cristallizzare " la causa della morte.

Sembra che il 31enne - che in precedenza aveva anche lavorato " come volontario per un'organizzazione umanitaria - avesse recentemente avuto problemi di tossicodipendenza. Le indagini sono state affidate alla polizia stradale di Seriate, che avrebbe già ascoltato la sua famiglia.

Resta da capire, soprattutto, come l'uomo sia arrivato nell'area di servizio. Le ipotesi sono due: o qualcuno, in macchina, lo ha lasciato lì o lui stesso si è recato alla stazione autostradale della A4, che in realtà è collegata a Novate da una stradina percorribile anche a piedi. E quella zona, secondo quanto si è appreso, è spesso utilizzata dagli spacciatori per " ricevere clienti " in cerca di una dose.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento