Qual è il vero significato della festa di Halloween? Non ci crederete

Halloween è ormai una delle festività più attese dai giovani. Ma le sue origini e le sue radici sono molto diverse da ciò che pensiamo. Li conosci?

Ci stiamo avvicinando velocemente alla tanto attesa notte di Halloween. Un anniversario che vede, soprattutto nei giovani, i suoi più grandi protagonisti. Un oscuro " giorno " che evoca streghe, spiriti e zombi. Non a caso, molti trascorrono la serata in compagnia di un film horror o di un videogioco. Insomma, oggi è una festa per gli amanti di questo genere. Ma Halloween ha una storia molto diversa e particolare.

Inevitabilmente, il suo significato è cambiato con il passare del tempo. Halloween ha origini e radici che affondano nel lontano passato. Lontano da quest'epoca ma che continua ad affascinare anno dopo anno. Molti pensano che questa festa sia americana, ma non è affatto così.

Il suo vero significato si trova in Scozia. La parola Halloween è una variante scozzese di " All Hallows' Eve " che letteralmente significa " Notte di tutti gli spiriti sacri ". Come si può ben capire, la festa sarebbe la rappresentazione di Ognissanti il ​​1° novembre. Una notte da dedicare al passaggio dalla vita alla morte. In Gran Bretagna si celebravano riti con l'uso di maschere per scongiurare la morte e onorare divinità e spiriti.

Halloween: origini e concetto italiano
Se per il significato della parola dobbiamo andare alla Scozia, per la sua storia e le sue origini dobbiamo andare alla tradizione celtica. Questa festa è legata alla festa celtica di Samhain. La festa celtica onorava la fine dell'estate e l'inizio dell'inverno. L'ultimo raccolto è stato accolto prima della stagione fredda.

Questo importante passo è stato celebrato nelle note. Secondo questa tradizione, la notte di fine estate rappresentava il confine tra il mondo dei morti e quello dei vivi che diventava così sottile da essere " superato ". In modo che i morti potessero entrare in contatto con la comunità.

Lascia un commento