PostePay, pagamenti non autorizzati? Ecco dov’è il problema

Molti utenti hanno identificato i rilasci mai effettuati. Il problema riguarderebbe la carta PostePay. Ecco cosa è successo.

Oggi l'utilizzo delle carte ricaricabili per gli acquisti online è sempre più frequente. Pochissime persone non usano questo metodo mentre la maggior parte lo fa. Quando si tratta di transazioni digitali, possono sorgere problemi che preoccupano seriamente i consumatori. Ed è quello che è successo con PostePay, sia Standard che Evolution, ma anche altre carte come N26.

Alcune carte ricaricabili stanno avendo seri problemi e sono state segnalate al sito lapaginadeglisconti.it. Il problema notato da molti utenti sarebbe quello degli addebiti mai effettuati ma che si aggiungono alle operazioni. Si va da una cifra molto bassa fino a una a tre cifre.

Un problema molto serio e per certi versi nuovo. Molti utenti si chiedono come recuperare i soldi rubati. Vediamo insieme come provare a risolvere questo delicato problema. La procedura è piuttosto complessa e porterà gli utenti ad aver bisogno di molta pazienza.

PostePay: come procedere in presenza di pagamenti non autorizzati
La vicenda è complessa e intrigante e di non facile soluzione. Non appena noti uno strano movimento, la prima cosa che devi fare è bloccare la carta e segnalare l'accaduto. Questo nel caso di una normale carta ricaricabile mentre per la PP bisogna chiamare il numero verde di Poste Italiane, 800003322 che è sempre attivo.

Una volta fatto questo, devi andare alla stazione di polizia e sporgere denuncia. A quel punto verrà aperto il fascicolo contro ignoti. La denuncia deve essere resa attendibile dalla dimostrazione dei vari movimenti mai effettuati ma imputati.

L'ultimo passaggio è quello del rimborso da parte dell'ente di riferimento. Questo passaggio è necessario e sanzionato dalla Cassazione, che ritiene l'istituto di credito responsabile di movimentazioni addebitate ma mai avvenute, che non dovrebbe consentire tale passaggio.

Lascia un commento