Nicoletta Romanoff, conoscete suo marito Federico Alverà?

Federico Alverà è l'attuale marito di Nicoletta Romanoff. Un uomo molto riservato di cui si sa poco. Scopriamo di più.

Le varie storie d'amore di Nicoletta Romanoff sono state piuttosto turbolente. Si sposa giovane con il produttore cinematografico Federico Scardamaglia. Relazione che finisce nel 2004 e ha visto la nascita di due figli. Dopo la separazione si lega all'attore Giorgio Pasotti, nel 2010 hanno una figlia e si separano 4 anni dopo, nel 2014.

Nel 2017 ufficializza la sua relazione con Federico Alverà. I due avranno una bambina l'anno successivo, nel giugno 2018. Nel 2019 decidono di sposarsi a Bolgheri il 24 novembre. Rispetto agli altri due nomi, quello di Alverà è meno conosciuto anche per volontà dello stesso Federico.

Chi è Federico Alverà, marito di Nicoletta Romanoff: età, carriera, figli e Instagram
* Nome: Federico Alverà
* Data di nascita: 1977
* Età: 44 anni
* Luogo di nascita: Non disponibile
* Professione: Allenatore e allenatore della US Primavera Rugby a Roma
* Moglie: Nicoletta Romanoff
* Instagram: @federicoalvera

Nonostante un uomo impiegato nello sport, su Federcio Alverà si hanno pochissime informazioni. Basti vedere i suoi account social che sono completamente blindati. Le uniche cose che sono uscite sono state di sua moglie Nicoletta Romanoff. Riservatezza è la parola d'ordine dell'uomo che ha sempre voluto sfuggire al mercato dei media.

Sono poche le occasioni in cui la coppia si è mostrata in pubblico. Alcune anteprime di film coinvolte. Occasioni importanti soprattutto per sua moglie. Nel 2018 arriva la bellissima notizia della loro prima figlia, nonostante sia la quarta per l'attrice. Nel 2019 il matrimonio.

Federico Alverà e il rugby
Federico Alverà e Nicoletta Romanoff (GettyImages)
Federico Alverà e Nicoletta Romanoff (GettyImages) La passione per il rugby è davvero grande. Il lavoro che svolge Federico Alverà non è affatto da sottovalutare. Si parla di gestione, organizzazione e formazione di tanti giovani che potrebbero rappresentare il futuro di questo sport.

Lascia un commento