Amici 21, concorrente cacciato: la rabbia di una delle insegnanti (VIDEO)

Uno studente di Amici 21 è stato espulso dalla scuola per motivi disciplinari. L'insegnante ha mostrato tutta la sua delusione nell'episodio.

Dopo che domenica scorsa il talent show non è andato in onda a causa della partita della Nazionale Italiana di Calcio , Amici 21 torna puntuale il prossimo weekend, come sempre alle 14 su Canale 5. Il programma è uno dei più consolidati e più visti della televisione italiana.

Dopo la ventunesima edizione, lo spettacolo si è affermato sul piccolo schermo, conquistando almeno tre generazioni. Ogni anno, infatti, lo spettacolo riesce ad attirare su di sé grande attenzione. Questo anche grazie all'affetto che le persone hanno nei confronti di Maria De Filippi e alla sua capacità di rinnovare ogni volta uno spettacolo.

Amici 21, richiamati gli studenti per motivi disciplinari
Durante le ultime puntate del talent della rete ammiraglia Mediaset, abbiamo visto professori lamentarsi dell'atteggiamento dei giovani. Sia Maria che gli insegnanti hanno sottolineato che gli studenti hanno l'abitudine di infrangere le regole del programma. Chiamandoli per ordinare più di una volta.

I cantanti Inder e Flaza sono stati accusati. La prima è allieva di Anna Pettinelli, la seconda è stata scelta da Lorella Cuccarini. Ad entrambi è stata sospesa la maglia e le loro maestre avrebbero dovuto decidere sulla loro sorte nella scuola dopo un'attenta analisi.

Inder cacciato: " Mi hai preso in giro "
Se Flaza fosse rimasta, almeno per il momento, dentro la scuola. Non possiamo dire lo stesso di Inder. Il giovane allievo di Anna Pettinelli ha deluso il suo maestro che ha preso la decisione di espellerlo definitivamente da Amici 21.

" Caro Inder, inutile dirti quanto mi hai deluso e quanto mi sono sentito preso in giro dal tuo atteggiamento - si legge nel comunicato dallo speaker radiofonico - Il nostro confronto in cui ti sei scusato è inutile, una farsa visto come ti sei comportato ".

Poi la maestra ha puntato il dito anche contro lo scarso rendimento del ragazzo. " Parlare al telefono, arrivare tardi a lezione, oziare pigramente sul letto - continua - sono tutti molto più importanti che fare musica. Non mi sento più di rappresentarti come insegnante - tuonò il professore - D'ora in poi sei libero di tornare a casa ".

Lascia un commento