In manette la baby gang di Saronno

Due minorenni e due maggiorenni, membri della baby gang che per mesi ha terrorizzato i pendolari, sono stati arrestati oggi perché accusati di aver compiuto almeno quattro rapine nella stazione ferroviaria di Saronno (Va). Sono finiti in manette due ragazzi di 14 e 15 anni, entrambi residenti a Saronno ma di origini extracomunitarie, mentre altri due – maggiorenni – sono stati denunciati a piede libero. Secondo gli inquirenti, nonostante la giovanissima età, il gruppo ha agito con un alto grado di spregiudicatezza audace, tanto da indurre l'autorità giudiziaria a disporre la custodia cautelare in carcere del 14enne e il 15 -anni la misura del collocamento in una struttura comunitaria. br>
Le vittime della baby gang erano giovanissime, ma anche persone di una certa età, tutte aggredite dalla coppia di minorenni, alla ricerca di cellulari, contanti e gioielli. In tutte e quattro le occasioni documentate dalle indagini, le vittime delle rapine sono state accerchiate, spinte o prese a calci, all'interno della stazione ferroviaria di Saronno o nelle vie limitrofe. I primi due colpi risalgono al 28 agosto, quando sono stati rapinati una 20enne e una 18enne. Il 4 settembre, invece, la vittima era un 46enne derubato del cellulare. Dell'ultima rapina, l'11 settembre, però, i Carabinieri proseguono le indagini sia per verificare eventuali episodi riconducibili al gruppo, sia per cercare di individuare ulteriori complici.

La baby gang milanese che voleva bruciare un tram

Lascia un commento