Frigorifero e conservazione cibo: regole ed errori da non fare

Quali sono le regole importanti da tenere a mente e gli errori comuni da non commettere quando si conservano gli alimenti in frigorifero? Consigli utili e pratici

Il tema dell'alimentazione è molto importante e sempre di grande attenzione, e spesso le discussioni relative al cibo e agli alimenti si intersecano con un altro aspetto fondamentale, quello della conservazione in frigorifero: cosa sono? le regole da tenere a mente e gli errori comuni da evitare?

Sono domande che molti possono e potrebbero porsi, cercando di capire se stiamo agendo per il meglio o se ci sono errori comuni. Proprio a tal proposito, sul sito del Ministero della Salute, alla rubrica " Il mio frigo ", tra gli altri temi trova spazio " 10 regole d'oro ", con concetti legati alla conservazione degli alimenti nel frigo.

Il primo punto da tenere a mente è controllare la temperatura all'interno dell'apparecchio. Leggiamo infatti che la temperatura interna deve essere di circa 4-5 gradi " (sul ripiano centrale ". Si consiglia inoltre di posizionare il frigorifero lontano da fonti di calore e aprirlo solo quando necessario, avendo cura di chiudilo velocemente.

Frigorifero, come conservare gli alimenti? Attenzione alla temperatura, data di scadenza, pulizia e altro
Una questione molto importante è la conservazione degli alimenti e degli alimenti in frigorifero, a tal proposito, in quanto menzionato, puoi trovare regole importanti (" 10 regole d'oro ") da seguire e tenere a mente sul sito del Ministero della Salute.

È importante conoscere il frigorifero all'interno, poiché ogni zona dello stesso mantiene temperature diverse. Si legge che il punto più freddo è il ripiano bossa, mentre la porta rappresenta il meno freddo.

Si precisa però che con i nuovi frigoriferi non c'è sono diversi sistemi di refrigerazione e quindi si consiglia di leggere le istruzioni dell'apparecchio per circa pi re la migliore gestione del cibo che si può fare sulla base degli spazi interni.

Un altro punto molto importante è quello relativo alla scadenza degli alimenti ea quel dettaglio che a volte viene ignorato da molti.

Sul sito del Ministero della Salute si legge che ogni alimento ha una sua " temperatura di conservazione " e quindi una sua collocazione nelle diverse zone del frigorifero.

Quando si parla di frigorifero si parla spesso anche di consumi e bollette alte: come risparmiare? Alcuni trucchi.

Frigorifero e cibo: gli errori da non commettere
Un altro aspetto riguarda quegli alimenti che non necessitano di refrigerazione e che anzi si danneggerebbero se posti in frigorifero. È il caso, ad esempio, degli agrumi o della frutta esotica, si legge.

Tra le regole indicate sul sito del Ministero della Salute, c'è spazio anche per i cibi caldi che non devono essere riposti in frigo ma devono essere lasciati prima raffreddare. Così come è importante tenere separati i cibi crudi da quelli cotti o pronti da mangiare. Si dice che sia necessario prestare attenzione alla contaminazione crociata di " ".

Si consiglia di inserire in frigorifero i contenitori puliti e ben chiusi, oppure nella confezione originale dove sono indicate la data di scadenza e le informazioni relative alla conservazione. Allo stesso modo, ciò che viene cucinato in casa deve essere ben conservato in contenitori chiusi e puliti.

Non meno importante è la pulizia costante all'interno dell'apparecchio in modo da evitare sporco o accumuli di ghiaccio sulle pareti. In questo modo se ne assicura il corretto e corretto utilizzo. Le istruzioni dell'apparecchio possono essere consultate per comprendere meglio gli aspetti di manutenzione.

Sul sito del Ministero della Salute, il cui testo di approfondimento relativo alla conservazione degli alimenti in frigorifero è raggiungibile cliccando qui,
si legge infine per evitare di fare troppe scorte, poiché il frigo non deve essere sovraccaricato di troppi prodotti. L'aria fredda degli stessi deve poter circolare liberamente intorno agli alimenti alloggiati.

Lascia un commento