Inchiesta sulla destra, il legale di Fidanza diffida La7: "La seconda puntata non va pubblicata"

L'avvocato di Carlo Fidanza ha diffidato La7 dalla messa in onda della seconda puntata dell'inchiesta Fanpage
sui legami della destra, sui presunti finanziamenti illeciti e riciclaggio che hanno sconvolto gli equilibri di alcuni movimenti milanesi e per i quali l'eurodeputato di Fdi è al vaglio della Procura di Milano.

" Abbiamo avvertito La7 - ha spiegato all'Adnkronos il difensore Enrico Giarda - perché il filmato è stato acquisito dalla Procura di Milano, è quindi coperto da indagine di segretezza e non può essere trasmesso. Non è un monito fatto per fare spettacoli, ma di diritto: il filmato del giornalista di Fanpage è stato acquisito, è entrato nel fascicolo ed è sottoposto a riservatezza. L'articolo 114 del codice di procedura penale ne vieta la pubblicazione, non può essere divulgato attraverso la stampa ".

Gli interrogatori in procura
Nel frattempo sono iniziati gli interrogatori di alcune persone in sede delle indagini. Mercoledì 6 ottobre gli inquirenti hanno ascoltato per oltre cinque ore il giornalista infiltrato che ha scoperto il caso che, per il momento, vede al centro Fidanza e Roberto Jonghi Lavarini, detto il 'Barone Nero'.

© Tutti i diritti riservati

Lascia un commento