Boom in Lombardia di minori vittime di abusi e violenze

La Lombardia è la prima regione d'Italia per numero di minori vittime di reato: 963 nel 2020, il 62% delle donne. Lo rivela un reportage di Terres des Hommes . Se rispetto all'anno precedente a livello globale si è registrato un calo del 5%, alcuni reati mostrano una tendenza vertiginosamente al rialzo, grazie al lockdown. Per i maltrattamenti familiari, di cui sono state vittime 367 ragazze e ragazzi lombardi, il dato più alto in Italia è del +12%. Forte aumento (+ 15%) anche nelle vittime di pedopornografia, da 39 a 45. +14% per il possesso di materiale pornografico realizzato utilizzando minori.

Cresce la violenza sessuale sui minori
Cresce del 10% anche la violenza sessuale aggravata, di cui sono state vittime 80 minorenni, di cui il 90% ragazze e ragazzi. A questo numero va affiancato quello delle vittime di violenza sessuale non aggravata, che nel 2020 sono state 108 (90% donne), in diminuzione del 29% rispetto al 2019. Preoccupante è anche la crescita del 25% dei minori per i quali l'assistenza familiare gli obblighi sono stati violati, molto probabilmente conseguenza della crisi economica e sociale esacerbata dal Covid.

D'altra parte, la pandemia ha reso più complicata l'intercettazione di altre forme di criminalità contro i minori. In particolare, i casi di abuso di mezzi correttivi o disciplinari (-11%), quelli di incapacità di attrazione (-27%), prostituzione minorile (-13%), atti sessuali con minori di 14 anni (-20%), casi di corruzione minorile (-56%).

Le ragazze più a rischio
Il numero dei minori vittime anche a livello nazionale il numero dei reati è leggermente diminuito, da 5.939 a 5.789 (-3%), con una marcata differenza di genere: la maggioranza (65%) delle vittime sono infatti ragazze. Uno dei dati più alti mai registrati nella serie storica raccolta in questi dieci anni da Terre des Hommes, con punte dell'89% per i casi di violenza sessuale aggravata e dell'88% per quelli di violenza sessuale, subiti lo scorso anno da 488 ragazze e ragazzi in il nostro Paese. Ma anche all'interno delle mura domestiche, con il 53% dei casi di maltrattamento, il delitto è stato commesso sui corpi e sulla psiche di ragazze e ragazzi.

Lascia un commento