Sala: «La giunta in una settimana»

La giunta entro una settimana; la conferma di Anna Scavuzzo come vicesindaco; il " grano " Pierfrancesco Maran da risolvere. Sono questi i temi toccati da Giuseppe Sala all'indomani della schiacciante vittoria sul concorrente Luca Bernardo , con il 57,73% delle preferenze (277.478 voti), la soddisfazione più alta mai registrata a Milano.

Sto già lavorando alla giunta, voglio sbrigarmi, il vicesindaco sarà ancora Anna Scavuzzo, che mi accompagnerà in questi anni ", ha detto Sala durante la conferenza stampa al commentare il voto " Rispetteremo la parità di genere, ma non per dovere, perché ho avuto un valore " dalla componente femminile. Saranno 12 consiglieri, e " non terrò deleghe ", ha aggiunto, " proprio perché sono consapevole del compito che mi aspetta, voglio essere molto concentrato sul compito di sindaco .

Il " grana Maran "
Uno dei primi problemi che il sindaco dovrà affrontare riguarda l'ex assessore Maran, che con le sue 9.100 preferenze, è stato il più votato in questo turno ( al secondo posto Scavuzzo, che supera i 4.500 voti). Premesso che dopo due mandati Maran non farà parte della giunta, è molto difficile che con quella dote di preferenze possa essere lasciato in disparte. Per lui si pensa alla presidenza del consiglio comunale, offerta che però difficilmente l'interessato accetterà. " Maran vuole un futuro politico ", ha detto Sala, " ne parleremo ".

La telefonata di Sala-Bernardo
Poi il sindaco si è rivolto all'opposizione, ma a una condizione: " La collaborazione è d'obbligo, perché sarà molto difficile per tutti noi gestire un simile periodo difficile. Dobbiamo trovare strade innovative, questi non sono tempi normali che meritano la solita faticaccia. Per questo è necessaria la collaborazione di tutti. Lo accetto volentieri anche da altre forze politiche, chiedo solo serietà. Chiedo che il nostro lavoro venga sfidato ma non deriso, perché chi lavora " non lo merita, ha detto. E in giornata è arrivata anche la telefonata del candidato sconfitto Bernardo: " Ho chiamato il sindaco Beppe Salto per congratularmi: il voto è sempre da rispettare - ha spiegato Bernardo in una nota -. Il tempo delle polemiche è finito, è importante collaborare per il bene del " milanese.

Lascia un commento